Invecchiamento e una longevità sana, focus sull’acqua da bere: il convegno svoltosi a Roma

10 Ottobre 2022
1 min di lettura

“Invecchiamento e una longevità sana, focus sull’acqua da bere” – il titolo del convegno scientifico, che si tenuto a Roma oggi 10 ottobre presso l’Auditorium Fondazione ENPAM Museo Ninfeo, organizzato dalla Fondazione ACQUA per la cultura dell’acqua da bere, con il patrocinio di Fondazione Enpam.

Il convengo, che si colloca nell’ambito delle iniziative del progetto di Enpam denominato Piazza della Salute, ha visto, dopo il saluto introduttivo di Alberto Oliveti – Presidente ENPAM e una introduzione di Ettore Fortuna – Presidente Fondazione Acqua, l’intervento di Vincenzo Paglia Presidente della Pontificia Accademia della Vita, che coordina un Progetto sulla longevità per conto del Santo Padre.

Introdotto da Roberto Bernabei – Professore di Medicina Interna e Geriatria nella Università Cattolica del Sacro Cuore, Claudio Franceschi – Professore Emerito di Immunologia Università Alma Mater di Bologna ha tenuto una lectio magistralis su Inflammaging: invecchiamento e longevità sana. 

Nella seconda parte, introdotti da Ettore Fortuna e Marco Impagliazzo – Professore di Storia Contemporanea nella Università degli Studi Roma Tre, Matteo Vitali Professore di Igiene nella Università di Roma La Sapienza, hanno illustrato le differenze tra le acque potabili e le acque minerali naturali, mentre Andrea Fabbri Professore di Endocrinologia nella Università di Roma Tor Vergata, ha analizzato il rapporto tra acqua e longevità.

Il convegno ha ricevuto il sostegno di Intesa Sanpaolo.

Ultime News

Cibeviamo

Su di noi

Cibeviamo.it è un sito dedicato a tutto quello che concerne il mondo del cibo e delle bevande. Con curiosità, approfondimenti, novità

Ultimi di Blog

dado da brodo

Storia del dado da brodo

Il dado da brodo è da tempo immemore presente nelle cucine di tantissime persone. Prodotto che si è evoluto notevolmente nel corso del tempo, con una direzione che si contraddistingue per la

Da non perdere