Ortofrutta Made in Basilicata: Successo del Progetto di Filiera Triennale per la Qualità e la Sostenibilità

28 Giugno 2023
2 minuti di lettura
Ortofrutta Made in Basilicata

Martedì scorso (27 giugno) presso il suggestivo Castello di Policoro (Matera), si sono tenute le presentazioni dei risultati del progetto di filiera triennale chiamato Ortofrutta Made in Basilicata. Quest’iniziativa, avviata nei primi mesi del 2020 e finanziata dalla sottomisura 16.0 del PSR Basilicata 2014-2020, ha avuto come obiettivo il miglioramento della qualità dei prodotti ortofrutticoli, l’innovazione nella produzione regionale e la promozione della sostenibilità a livello ambientale, sociale ed economica.

Il Cambiamento del Comportamento del Consumatore e il Ruolo Chiave dell’Ortofrutta

Durante l’evento, i protagonisti del partenariato, insieme ai funzionari regionali, hanno relazionato sui risultati ottenuti. Dopo il saluto di Nicola Serio, consigliere delegato di Apofruit, ha preso la parola Claudio Scalise di SGMarketing, il quale ha discusso dei cambiamenti nel comportamento dei consumatori e del ruolo fondamentale dell’ortofrutta per promuovere la sostenibilità. “Secondo le analisi effettuate,” ha spiegato Scalise, “il nuovo modello alimentare premia il consumo di prodotti freschi. Inoltre, le famiglie tendono a preferire una dieta prevalentemente a base vegetale piuttosto che animale. L’ortofrutta è diventata un elemento centrale nella dieta, considerando che rappresenta il 10% delle vendite totali nella Grande Distribuzione Organizzata (GDO).”

Il Successo del Marchio Made in Basilicata

Dai primi test condotti, il logo Made in Basilicata ha ricevuto un’importante risposta da parte dei consumatori, grazie anche alle attività di comunicazione svolte attraverso diversi canali. L’identificazione del logo, la creazione di un sito istituzionale e di una pagina Facebook, nonché la realizzazione di un evento dedicato alla promozione dell’iniziativa, hanno contribuito al successo del marchio.

Eccellenze Ortofrutticole della Basilicata coinvolte nel Progetto

I prodotti ortofrutticoli coinvolti in modo particolare nel progetto sono le eccellenze della Basilicata: fragole e piccoli frutti (lamponi, more e mirtilli), kiwi colorati a polpa gialla e rossa, uve apirene e albicocche a maturazione precoce. Questi prodotti sono coltivati, conservati e confezionati interamente nelle aree lucane.

Il Protocollo di Sostenibilità Made in Basilicata e le Aziende Certificate

Tra gli altri relatori, Pasquale De Francesco de L’Officina GBS ha illustrato i principi, i requisiti e le linee guida del Protocollo di sostenibilità Made in Basilicata. Questo protocollo è stato sviluppato con un approccio graduale che consente alle organizzazioni partner della filiera di acquisire una crescente consapevolezza delle proprie prestazioni e obiettivi di sostenibilità. De Francesco ha spiegato che sono state certificate in totale 69 aziende. L’obiettivo è quello di aumentare il valore aggiunto dei prodotti ortofrutticoli lucani, valorizzando gli aspetti legati al territorio e alla sostenibilità dei processi e dei prodotti.

Attività Svolte e Dati Economici

Mario Tamanti, direttore dell’associazione AOP Gruppo VI.VA, ha illustrato le attività svolte nel corso del progetto, nonché gli obiettivi raggiunti. Ha inoltre riportato alcuni dati economici, come la spesa totale approvata pari a 8.936.333 euro, a fronte di una spesa effettivamente realizzata di 6.944.036 euro (77,7%). Le aziende agricole e i conferitori coinvolti nel progetto sono stati in totale 190, di cui 14 beneficiari diretti e 176 beneficiari indiretti. Tamanti ha presentato agli intervenuti tutte le azioni intraprese nel corso dei tre anni da alcune aziende agricole.

L’Investimento nella Filiere Produttive e la Nuova Programmazione 2023-2027

Vittorio Restaino, funzionario dell’autorità di gestione del PSR Basilicata 2014-2020, ha elogiato tutti i protagonisti del progetto per la loro estrema correttezza e puntualità durante i mesi di attività. Ha sottolineato anche la professionalità delle organizzazioni nel selezionare le iniziative più importanti considerando le risorse limitate disponibili. “Come Regione Basilicata,” ha commentato Restaino, “abbiamo investito circa 130 milioni di euro nelle filiere produttive, distribuiti su diverse sottomisure che hanno delineato il modello di filiera produttiva. Nella nostra economia regionale, l’agricoltura rappresenta il 5% del PIL, mentre nel resto del Paese l’impatto dell’agricoltura sul PIL non supera il 3%. Pertanto, il settore agricolo genera un impatto significativo in termini di creazione di valore aggiunto regionale. Crediamo fermamente che il marchio Made in Basilicata avrà un seguito anche in vista della nuova programmazione 2023-2027.”

Consegna delle Certificazioni di Sostenibilità

L’evento si è concluso con la consegna delle certificazioni di sostenibilità alle imprese Apofruit Italia Op Terre della Luce e Cooperativa Lucana. Le aziende sono state premiate da Carmelo Sigliuzzo di Check Fruit.

Ultime News

Cibeviamo

Su di noi

Cibeviamo.it è un sito dedicato a tutto quello che concerne il mondo del cibo e delle bevande. Con curiosità, approfondimenti, novità

Ultimi di Blog

Torta di Ricotta

Ricetta: Torta di Ricotta

La torta di ricotta è un dolce tradizionale semplice e squisito, amato in tutta Italia e particolarmente apprezzato per la sua freschezza e versatilità. Che sia per una colazione nutriente, una merenda
Frutta di Stagione da Gustare a Marzo

Frutta di Stagione da Gustare a Marzo

Marzo segna il passaggio dall’inverno alla primavera, portando con sé un cambiamento nel clima e nei prodotti disponibili sul mercato. Mangiare frutta di stagione non solo garantisce sapori più intensi, ma è
asparagi

Verdure di stagione da gustare a marzo

Il mese di marzo segna l’inizio della primavera, un periodo dell’anno in cui la natura si risveglia e si prepara a offrire una varietà di frutti e verdure fresche e nutrienti. Mangiare

Da non perdere